PERCHE' LA CERTIFICAZIONE
La società contemporanea è in fase di vorticosa transizione. Centinaia di nuove professioni nascono e vivono sul mercato, senza che lo Stato o gli Enti Locali riescano a regolamentarle. Il che forse è un bene, visto che si profila da tempo l'ipotesi di abolire gli ordini professionali ed il valore legale dei titoli di studio. Il fatto è che ogni nuova professione crea aspettative in chi la intraprende, in chi ne acquista le prestazioni (clienti) e in chi ne fruisce (utenti). La totale assenza di ogni regolamentazione può essere vicariata dalle leggi del mercato che tuttavia operano sul lungo periodo, che a volte significa decenni. Nel breve e medio periodo, operatori, clienti ed utenti pagano il prezzo di un sistema selvaggio, diseconomico e di bassa qualità. L'ipotesi che lo Stato riesca a stare dietro a questi fenomeni convulsi, ed in modo soddisfacente, è ormai confutata dall'ultimo mezzo secolo. L'ipotesi della auto-organizzazione categoriale si è mostrata fallimentare in quanto meramente orientata alla difesa corporativa: ogni professione, se riesce ad organizzarsi (processo peraltro non facile), lo fa solo per tutelarsi e per "arrembare" lo Stato alla ricerca di garanzie, sinecure e rendite di posizione. Infine, l'ipotesi della certificazione mediante il mercato, non solo ha costi molto elevati (nel senso che gli errori di valutazioni possono creare gravi danni) e una lunga durata, ma soffre della possibilità di essere alterata da meccanismi extra-professionali (clientele, raccomandazioni, affinità o ostilità ideologiche, ecc.). Ciò detto, resta immutato il problema del controllo di qualità di competenze o professioni in costante mutamento. Chi possiede alcune competenze poco codificate e/o molto complesse ha difficoltà a farsele riconoscere da clienti ed utenti. D'altronde anche chi ha bisogno di trovare sul mercato competenze poco codificate e/o molto complesse, ha difficoltà a scegliere fra diverse opzioni spesso incomprensibili. La Certificazione delle Competenze è una prospettiva che può offrire un miglioramento della situazione.

Cosa è la Certificazione delle Competenze?
La Certificazione è un processo di verifica e valutazione, teso a garantire la Qualità delle Competenze possedute da un soggetto (individuo, gruppo, organizzazione). La certificazione di IMPARO non ha alcun valore legale, ma solo un valore morale e curriculare.

PER GLI INDIVIDUI SINGOLI, tale processo:

  • riguarda le competenze che non siano già certificate da curricula studiorum, esami pubblici, patenti riconosciute
  • non si limita al "sapere" o al "saper fare", ma cerca di certificare la qualità del "saper essere"
  • non è completato una volta per tutte ma è periodico
  • è garantito da un soggetto terzo che opera in modo trasparente e obiettivo
  • è svolto in totale riservatezza e anonimato
  • consente al soggetto certificato di poter vantare un superato controllo esterno, il che arricchisce il suo curriculum e offre un vantaggio competitivo nella ricerca di lavoro o clienti
  • offre ai potenziali clienti o utenti un elemento di garanzia sugli standards minimi di qualità
  • si traduce nella consegna di un Certificato delle Competenze che il soggetto può rendere pubblico in qualsiasi forma

PER LE ORGANIZZAZIONI, la certificazione:

  • consente di arrivare a individuare il "capitale intellettuale" che costituisce la principale ricchezza sommersa del sistema
  • consente di riconoscere e valutare le competenze di base degli operatori, oltre quelle certificate dai sistemi formali di formazione e qualifica
  • offre una base per il processo di formazione continua on the job
  • facilita le decisioni sui percorsi di carriera

Vuoi essere certificato o fare il certificatore? vedi qui

Inviatemi gli aggiornamenti del sito
La mia mail è